un blog di Philipp Janczewski

COSA BISOGNA SAPERE SUI LUBRIFICANTI PER I CAMBI

L'olio giusto per i cambi

Come mantenere il nostro cambio in perfette condizioni? La risposta è semplice e complicata al tempo stesso: con l'olio giusto.

L'olio è molto più di un semplice lubrificante. Pulisce, protegge, raffredda, cura e protegge anche dalle scosse elettriche. L'olio base conta per il 70-80%, determina, ad esempio, la viscosità, l'andamento della temperatura o la resistenza all'ossidazione. Il resto è determinato dal vero "ingrediente magico": gli additivi.

Contaminazione dell'olio

L’olio e la temperatura

Alcuni degli additivi assicurano che l'olio si comporti nel modo più simile possibile in tutti gli intervalli di temperatura. Si potrebbe pensare che sia denso e viscoso alle basse temperature, ma sottile alle alte temperature. I miglioratori della viscosità e del flusso a freddo contrastano questo fenomeno e assicurano la stessa portata nell'intero intervallo di temperatura. In questo modo il cambio marcia è sempre perfetto.

Gli additivi per la pulizia garantiscono la pulizia nella trasmissione, i disperdenti mantengono lo sporco in sospensione fino a quando non finisce nel filtro. Se le impurità sono troppo piccole per il filtro, gli additivi agiscono come un magnete e li raccolgono finché i residui non sono abbastanza grandi da finire nel filtro.

Corretto adittivo

L'ingrediente magico dell’olio

Nelle moderne trasmissioni ibride, gli additivi assicurano che la tensione elettrica (a volte superiore a 300 V) non venga condotta nella trasmissione e nella centralina. Influiscono quindi anche sulla conducibilità dell'olio.

Altre molecole assicurano che il calore generato da carichi elevati sia dissipato in modo ideale. Per fare ciò, si attaccano letteralmente alla scatola del cambio con un'estremità e dissipano così il calore generato in superficie. Questi additivi sono anche il motivo per cui su ogni bottiglia di LifeguardFluid 8 e 9 troverai la raccomandazione di agitare per 30 secondi la bottiglia dell'olio prima dell’uso, per assicurarsi che tutto sia ben miscelato. Nell'auto questo compito verrà poi svolto dalla pompa dell'olio.

Questa miscela di oli base e additivi di alta qualità è ciò che consente ai nostri cambi un perfetto cambio marcia, persino a 900 Nm (come può succedere nel caso dell'Audi SQ7).

Poiché gli additivi sono responsabili del comfort e sono anche soggetti ad usura, nel tempo diventano, chimicamente parlando, acidi. Pertanto, si consiglia un regolare cambio dell'olio della trasmissione.

Infine, l'olio giusto è in grado di comportarsi correttamente in ogni situazione, non solo come la centralina si aspetta, ma anche il guidatore (anche se, idealmente, il guidatore non si accorgerà nemmeno che l’olio sta facendo la sua magia).

L'AUTORE DEL BLOG

Phillip Janczewski

Philipp Janczewski

Philipp è Global Head of Training Development e lavora in ZF Aftermarket dal 2013. Il suo motto come #espertozf:

“Non si possono avere troppi cavalli! Non importa in quale motore.”