Cuscinetto reggispinta difettoso: conoscenze specialistiche contribuiscono a impedire danni


Molti malfunzionamenti della frizione in veicoli industriali possono essere ricondotti all’influenza di un sistema di disinnesto difettoso. Tali malfunzionamenti includono anche errori “capitali” quali frizioni bruciate o cattivo disinnesto. Di conseguenza è estremamente importante controllare con cura il sistema di disinnesto. Sono pochi i lavori di manutenzione in cui, concentrandosi su pochi particolari, si può avere un grande effetto, con un notevole risparmio sui costi. I nostri consigli per l'officina vi aiuteranno a identificare i sistemi di disinnesto difettosi mediante un controllo visivo.

I sistemi di disinnesto difettosi provocano diversi sintomi. Sulla base di tre esempi vengono illustrati i tipi di danno che possono verificarsi per effetto di un sistema di disinnesto non efficiente:

Guasto al sistema di disinnesto – Usura:

Se i punti di supporto della boccola di guida (indicata in figura), la forcella di disinnesto o l’albero di disinnesto sono usurati, ciò compromette la scorrevolezza della frizione. L’ipotesi peggiore è quella di un guasto totale.

Boccola di guida usurata

Boccola di guida usurata Boccola di guida usurata

Guasto al sistema di disinnesto – Eccentricità:

Se, per effetto di componenti usurati, il cuscinetto reggispinta è difettoso e non viene più guidato in maniera precisa, ciò provoca anche un movimento eccentrico della molla a diaframma. A sua volta, ciò comporta un’abrasione considerevole nella linea (punto) di contatto dello spingidisco. La posizione assiale della molla a diaframma viene conseguentemente modificata, porta a un contatto per attrito insufficiente e ciò fa slittare la frizione.

Punti di contatto nuovi (a sinistra) e usurati (a destra) a confronto

Punti di contatto nuovi e usurati a confronto Punti di contatto nuovi (a sinistra) e usurati (a destra) a confronto

Guasto al sistema di disinnesto – Posizionamento errato:

Un cuscinetto reggispinta che non è stato correttamente posizionato durante il montaggio, si incastrerà nella forcella. Per iniziare, ciò causerà una frizione dura, la distanza di disinnesto si accorcerà e la frizione non staccherà in maniera adeguata. La forcella bloccata non può trasferire efficacemente la forza della molla a diaframma. Dopo un breve funzionamento, la frizione inizierà anche a slittare.

Caratteristiche di un posizionamento errato

Caratteristiche di un posizionamento errato Caratteristiche di un posizionamento errato

Componenti usurati nel sistema di disinnesto


L’usura nel meccanismo di disinnesto è motivo di una forza dei pedali aumentata. Occorre prestare particolare attenzione alle superfici di contatto della forcella di disinnesto, alle superfici di contatto dell'albero di disinnesto e alla forcella stessa. Se essi si trovano in stadi avanzati di usura (come indicato nella foto con boccola di guida usurata) sono piegati, consumati o rotti, ciò avrà ripercussioni negative sul cambio marcia. Le conseguenze saranno uno strappo, difficoltà di stacco o una crescente rigidità della frizione. Non essendoci carico sul sistema di disinnesto, una verifica manuale del funzionamento dell’albero di disinnesto non è efficace. Qui è necessario un controllo visivo.

Prodotti ZF Aftermarket

Kit di componenti per frizioni

ZF Aftermarket offre componenti per frizioni come kit completi di facile manutenzione, costituiti da spingidisco, disco e cuscinetto di disinnesto. Tutti i kit ZF Aftermarket includono un cuscinetto di ingrassaggio abbinato contenente lubrificante ad alte prestazioni per la lubrificazione professionale monouso dei profili del mozzo durante l’installazione.

Forcelle di disinnesto per veicoli industriali

Le forcelle di disinnesto per veicoli industriali sono delle novità nella gamma di prodotti. ZF Aftermarket le fornisce come kit pronto per il montaggio.