SACHS nel mondo -

il vostro partner, dovunque vi troviate

Voi siete qui:

Italia Italiano

Voi siete qui:

Italia Italiano
worldmap


Italia

Italia

Dai cuscinetti a sfere al marchio globale
Alte prestazioni e affidabilità da 120 anni

Dedito al progresso: Ernst Sachs.
Fotografia di Ernst Sachs

Nato a Costanza nel 1867, Ernst Sachs mostrò sin da ragazzino un manifesto interesse per i meccanismi tecnici e grandi ambizioni sportive. Pilota a livello amatoriale, celebrò i suoi primi successi in gare ciclistiche, ma trovava che i cuscinetti delle biciclette non fossero sufficientemente silenziosi. La sua passione per la perfezione lo portò perciò a sviluppare il primo mozzo di precisione. Dopo essersi trasferito a Schweinfurt, incontrò l’esperto commerciante Karl Fichtel.

Dedito al progresso: Ernst Sachs.
Fotografia di Ernst Sachs

Nato a Costanza nel 1867, Ernst Sachs mostrò sin da ragazzino un manifesto interesse per i meccanismi tecnici e grandi ambizioni sportive. Pilota a livello amatoriale, celebrò i suoi primi successi in gare ciclistiche, ma trovava che i cuscinetti delle biciclette non fossero sufficientemente silenziosi. La sua passione per la perfezione lo portò perciò a sviluppare il primo mozzo di precisione. Dopo essersi trasferito a Schweinfurt, incontrò l’esperto commerciante Karl Fichtel.

Il mozzo a ruota libera Torpedo fu alla base del successo.
Il mozzo a ruota libera Torpedo di Fichtel e Sachs
Il mozzo a ruota libera Torpedo fu alla base del successo.
Il mozzo a ruota libera Torpedo di Fichtel e Sachs

Rapida crescita

La registrazione del brevetto dell’invenzione di Sachs condusse alla decisione comune di fondare la “Schweinfurter Präzisions-Kugellager-Werke Fichtel & Sachs” il 1° agosto 1895 per la produzione di cuscinetti a sfere e mozzi per biciclette. Il lancio sul mercato del mozzo a ruota libera Torpedo per biciclette nel 1903 segnò l’inizio dell’ascesa della società. L’affermazione della bicicletta come mezzo di trasporto di massa comportò una rapida crescita; nel 1905, la Fichtel & Sachs contava già 900 dipendenti.

Rapida crescita

La registrazione del brevetto dell’invenzione di Sachs condusse alla decisione comune di fondare la “Schweinfurter Präzisions-Kugellager-Werke Fichtel & Sachs” il 1° agosto 1895 per la produzione di cuscinetti a sfere e mozzi per biciclette. Il lancio sul mercato del mozzo a ruota libera Torpedo per biciclette nel 1903 segnò l’inizio dell’ascesa della società. L’affermazione della bicicletta come mezzo di trasporto di massa comportò una rapida crescita; nel 1905, la Fichtel & Sachs contava già 900 dipendenti.

Nuovi prodotti per la mobilità

Quando il direttore commerciale Karl Fichtel morì precocemente e inaspettatamente nel 1911, Ernst Sachs assunse la direzione unica dell’azienda, che nel frattempo contava circa 2.600 dipendenti. La crisi economica spinse Sachs a trasformare l’azienda in una società per azioni nel 1923 prima della vendita della divisione dei cuscinetti a sfera nel 1929 e della concentrazione sulla produzione di motori, frizioni e ammortizzatori per veicoli. Uno degli ultimi suoi sviluppi fu un motore leggero a due tempi, che a partire dal 1932 fu installato in quasi tutte le biciclette motorizzate di piccole dimensioni di rinomati costruttori. L’inventore morì lo stesso anno e il figlio Will prese in mano le redini dell’azienda. Nel 1945, dopo gli anni tumultuosi della guerra, il 67% degli stabilimenti produttivi di Schweinfurt era andato distrutto; ciò nonostante, la produzione ripartì alla fine di quell’anno. Nuovi successi nelle vendite si ottennero all’inizio degli anni Cinquanta con il leggendario motore da 50 cc “Sachser”, con un cambio a due velocità per motorini.

Centrale aziendale SACHS nel 1930

Nuovi prodotti per la mobilità

Quando il direttore commerciale Karl Fichtel morì precocemente e inaspettatamente nel 1911, Ernst Sachs assunse la direzione unica dell’azienda, che nel frattempo contava circa 2.600 dipendenti. La crisi economica spinse Sachs a trasformare l’azienda in una società per azioni nel 1923 prima della vendita della divisione dei cuscinetti a sfera nel 1929 e della concentrazione sulla produzione di motori, frizioni e ammortizzatori per veicoli. Uno degli ultimi suoi sviluppi fu un motore leggero a due tempi, che a partire dal 1932 fu installato in quasi tutte le biciclette motorizzate di piccole dimensioni di rinomati costruttori. L’inventore morì lo stesso anno e il figlio Will prese in mano le redini dell’azienda. Nel 1945, dopo gli anni tumultuosi della guerra, il 67% degli stabilimenti produttivi di Schweinfurt era andato distrutto; ciò nonostante, la produzione ripartì alla fine di quell’anno. Nuovi successi nelle vendite si ottennero all’inizio degli anni Cinquanta con il leggendario motore da 50 cc “Sachser”, con un cambio a due velocità per motorini.

Centrale aziendale SACHS nel 1930
Rapido sviluppo negli anni Sessanta e Settanta.
Sede di Fichtel e Sachs negli anni Sessanta

La strada verso il marchio globale

Grazie al successo sul mercato di altri sviluppi innovativi, la sede centrale di Schweinfurt dovette essere raddoppiata di dimensioni nel 1969. Inoltre, furono acquistate altre società e la S.p.A. sbarcò per la prima volta nell’America settentrionale, prima che la Mannesmann AG acquistasse la maggioranza delle quote nel 1987. Il processo di internazionalizzazione della società continuò e così nel 1995 la Fichtel & Sachs era rappresentata in tutto il mondo, con 38 stabilimenti produttivi e società di vendita. Ridenominata ZF Sachs AG, la società entrò a far parte del gruppo ZF Group nel 2001 e fu incorporata per fusione nella ZF Friedrichshafen AG nel 2011. Oggi, i prodotti del marchio SACHS vengono venduti con successo in tutto il mondo da ZF Services, assieme ai marchi LEMFÖRDER, TRW, BOGE e OPENMATICS.

Rapido sviluppo negli anni Sessanta e Settanta.
Sede di Fichtel e Sachs negli anni Sessanta

La strada verso il marchio globale

Grazie al successo sul mercato di altri sviluppi innovativi, la sede centrale di Schweinfurt dovette essere raddoppiata di dimensioni nel 1969. Inoltre, furono acquistate altre società e la S.p.A. sbarcò per la prima volta nell’America settentrionale, prima che la Mannesmann AG acquistasse la maggioranza delle quote nel 1987. Il processo di internazionalizzazione della società continuò e così nel 1995 la Fichtel & Sachs era rappresentata in tutto il mondo, con 38 stabilimenti produttivi e società di vendita. Ridenominata ZF Sachs AG, la società entrò a far parte del gruppo ZF Group nel 2001 e fu incorporata per fusione nella ZF Friedrichshafen AG nel 2011. Oggi, i prodotti del marchio SACHS vengono venduti con successo in tutto il mondo da ZF Services, assieme ai marchi LEMFÖRDER, TRW, BOGE e OPENMATICS.

Uno sguardo al passato e al futuro su 850 metri quadrati
La mostra SACHS

Apertura della mostra SACHS 2015

La storia ricca di accadimenti e di successi del marchio e della famiglia SACHS è in mostra negli spazi dello stabilimento ZF di Schweinfurt dal maggio 2015. Su un’area di 850 metri quadrati in un ex capannone ristrutturato, i visitatori troveranno non soltanto pannelli che raccontano la storia dell’azienda, ma anche un gran numero di pezzi esposti. Al fine di rendere ai visitatori la storia tangibile e fornire loro un’esperienza diretta, la mostra è suddivisa in quattro settori: la storia dell’azienda dal 1895 al 2011, gli highlight tecnologici e le pietre miliari, l’impegno negli sport motoristici fino alla Formula 1, nonché un’occhiata agli sviluppi attuali in tema di elettromobilità e strutture leggere.

Uno sguardo al passato e al futuro su 850 metri quadrati
La mostra SACHS

Apertura della mostra SACHS 2015

La storia ricca di accadimenti e di successi del marchio e della famiglia SACHS è in mostra negli spazi dello stabilimento ZF di Schweinfurt dal maggio 2015. Su un’area di 850 metri quadrati in un ex capannone ristrutturato, i visitatori troveranno non soltanto pannelli che raccontano la storia dell’azienda, ma anche un gran numero di pezzi esposti. Al fine di rendere ai visitatori la storia tangibile e fornire loro un’esperienza diretta, la mostra è suddivisa in quattro settori: la storia dell’azienda dal 1895 al 2011, gli highlight tecnologici e le pietre miliari, l’impegno negli sport motoristici fino alla Formula 1, nonché un’occhiata agli sviluppi attuali in tema di elettromobilità e strutture leggere.

Ulteriori informazioni

ZF Friedrichshafen AG SACHS exhibition

Ernst-Sachs-Straße 62
D-97424 Schweinfurt

La visita guidata alla mostra è possibile dal lunedì al venerdì in gruppi di 15-24 persone.

L’ingresso è gratuito

I visitatori devono registrarsi prima: eventuali domande relative a date e prenotazioni possono essere inviate via e-mail a sachs-ausstellung.scw@zf.com.

Maggiori informazioni