ZF Aftermarket nel mondo:

il vostro partner, dovunque vi troviate

Voi siete qui:
Italia (Italiano)

Se non trovi il tuo Paese, seleziona "Altri Paesi" per visitare il sito web Globale di ZF Aftermarket.

Tutti i siti web di ZF Aftermarket

Trova il tuo paese per regione

Siete alla ricerca di informazioni aziendali su ZF Friedrichshafen AG?

Visitate il sito web aziendale.

Seleziona il Paese e la lingua

Indietro
Asia Pacifico
Europa
America Latina
Medio Oriente
Nord America
Sud Africa
Global: English

Note

The page you are navigating to is not optimized for mobile devices.
Do you want to proceed?

Proceed

Italia

ZF Aftermarket: Perché il cambio del liquido freni è così importante?

brake fluid change
  • La consistenza del liquido freni si modifica con il tempo
  • L’assorbimento di acqua può causare la formazione di bolle d‘aria
  • ZF Aftermarket consiglia di sostituire il liquido freni una volta all'anno

La qualità del liquido freni è cruciale per assicurare il corretto funzionamento dell’impianto frenante. Secondo gli esperti di ZF Aftermarket, gli autoriparatori dovrebbero raccomandare ai loro clienti di sostituire regolarmente il liquido freni. Indipendentemente da quanti chilometri sono stati percorsi, è consigliabile cambiare comunque il liquido freni ogni anno.

Il liquido freni riveste un ruolo importante nel garantire l’efficienza del sistema frenante e la sicurezza di guida. Poiché le caratteristiche del liquido freni si modificano con il trascorrere del tempo, è necessario sostituire il liquido freni regolarmente per evitare l’eventuale deterioramento della funzione frenante o, nel peggiore dei casi, addirittura il mancato funzionamento dei freni. Gli esperti di ZF Aftermarket forniscono utili consigli su come verificare le reali condizioni del liquido freni in modo rapido e affidabile. Grazie a questi suggerimenti, le Officine possono offrire ai loro clienti una più ampia gamma di servizi, contribuendo a migliorare la sicurezza di guida sulle strade.

Il surriscaldamento può causare una grave disfunzione dei freni

Il liquido freni scorre nei tubi del sistema idraulico e connette il pedale del freno al pistone della pinza, per i freni a disco, oppure al cilindretto per i freni a tamburo. Il liquido freni, con il supporto del servofreno, serve a trasmettere la pressione quando si applicano i freni.

Sono diversi i fattori che possono influenzare nel tempo le condizioni del liquido freni. Ad esempio, un forte surriscaldamento dovuto a frenate continue e prolungate durante una discesa può portare il liquido freni a raggiungere il punto di ebollizione, con la conseguente formazione di bolle d’aria nel circuito. Quando poi viene premuto il pedale del freno, le bolle d’aria si comprimono e l’azione frenante risulta quasi totalmente assente, se non addirittura nulla. La mancata trasmissione di pressione idraulica provoca infatti la totale assenza di forza frenante.

Un altro fattore, causa di malfunzionamento del circuito frenante, è l’infiltrazione di acqua nel liquido freni. Un punto debole del circuito è lo spurgo dell’aria nel tappo di chiusura della vaschetta, necessario per assicurare un’adeguata ventilazione per le fluttuazioni del livello del liquido. Da questo sfiato, però, può entrare anche l’umidità contenuta nell’aria stessa. Inoltre può infiltrarsi acqua in caso di pulizia del motore, oppure durante il lavaggio del veicolo. Anche i tubi flessibili e i raccordi rappresentano punti di possibile infiltrazione di acqua nel circuito.

Intervenire in modo efficace per un risultato sicuro

In media, la percentuale di acqua contenuta nel liquido freni si aggira intorno allo 0,5, ma negli anni questa percentuale può aumentare significativamente. Se il contenuto di acqua supera il 3,5 per cento, il liquido freni deve essere sostituito immediatamente poiché ha raggiunto il punto di ebollizione umido. Quando viene superato il valore del 3 per cento, il punto di ebollizione del liquido freni scende tra i 140 e i 180°C.Per effettuare lo spurgo del liquido freni in modo rapido ed efficace, è consigliabile utilizzare un’attrezzatura di spurgo appropriata, come quella offerta da ZF Aftermarket.

ZF Aftermarket mette a disposizione una gamma completa di liquidi freno TRW idonei per la maggior parte dei tipi di veicolo. I liquidi freno TRW assicurano eccellenti prestazioni di frenata da -50°C a +50°C, offrono una protezione ottimale dalla corrosione e una capacità di reazione molto rapida al segnale dei sensori installati nei sistemi frenanti più recenti.

  • La consistenza del liquido freni si modifica con il tempo
  • L’assorbimento di acqua può causare la formazione di bolle d‘aria
  • ZF Aftermarket consiglia di sostituire il liquido freni una volta all'anno

La qualità del liquido freni è cruciale per assicurare il corretto funzionamento dell’impianto frenante. Secondo gli esperti di ZF Aftermarket, gli autoriparatori dovrebbero raccomandare ai loro clienti di sostituire regolarmente il liquido freni. Indipendentemente da quanti chilometri sono stati percorsi, è consigliabile cambiare comunque il liquido freni ogni anno.

Il liquido freni riveste un ruolo importante nel garantire l’efficienza del sistema frenante e la sicurezza di guida. Poiché le caratteristiche del liquido freni si modificano con il trascorrere del tempo, è necessario sostituire il liquido freni regolarmente per evitare l’eventuale deterioramento della funzione frenante o, nel peggiore dei casi, addirittura il mancato funzionamento dei freni. Gli esperti di ZF Aftermarket forniscono utili consigli su come verificare le reali condizioni del liquido freni in modo rapido e affidabile. Grazie a questi suggerimenti, le Officine possono offrire ai loro clienti una più ampia gamma di servizi, contribuendo a migliorare la sicurezza di guida sulle strade.

Il surriscaldamento può causare una grave disfunzione dei freni

Il liquido freni scorre nei tubi del sistema idraulico e connette il pedale del freno al pistone della pinza, per i freni a disco, oppure al cilindretto per i freni a tamburo. Il liquido freni, con il supporto del servofreno, serve a trasmettere la pressione quando si applicano i freni.

Sono diversi i fattori che possono influenzare nel tempo le condizioni del liquido freni. Ad esempio, un forte surriscaldamento dovuto a frenate continue e prolungate durante una discesa può portare il liquido freni a raggiungere il punto di ebollizione, con la conseguente formazione di bolle d’aria nel circuito. Quando poi viene premuto il pedale del freno, le bolle d’aria si comprimono e l’azione frenante risulta quasi totalmente assente, se non addirittura nulla. La mancata trasmissione di pressione idraulica provoca infatti la totale assenza di forza frenante.

Un altro fattore, causa di malfunzionamento del circuito frenante, è l’infiltrazione di acqua nel liquido freni. Un punto debole del circuito è lo spurgo dell’aria nel tappo di chiusura della vaschetta, necessario per assicurare un’adeguata ventilazione per le fluttuazioni del livello del liquido. Da questo sfiato, però, può entrare anche l’umidità contenuta nell’aria stessa. Inoltre può infiltrarsi acqua in caso di pulizia del motore, oppure durante il lavaggio del veicolo. Anche i tubi flessibili e i raccordi rappresentano punti di possibile infiltrazione di acqua nel circuito.

Intervenire in modo efficace per un risultato sicuro

In media, la percentuale di acqua contenuta nel liquido freni si aggira intorno allo 0,5, ma negli anni questa percentuale può aumentare significativamente. Se il contenuto di acqua supera il 3,5 per cento, il liquido freni deve essere sostituito immediatamente poiché ha raggiunto il punto di ebollizione umido. Quando viene superato il valore del 3 per cento, il punto di ebollizione del liquido freni scende tra i 140 e i 180°C.Per effettuare lo spurgo del liquido freni in modo rapido ed efficace, è consigliabile utilizzare un’attrezzatura di spurgo appropriata, come quella offerta da ZF Aftermarket.

ZF Aftermarket mette a disposizione una gamma completa di liquidi freno TRW idonei per la maggior parte dei tipi di veicolo. I liquidi freno TRW assicurano eccellenti prestazioni di frenata da -50°C a +50°C, offrono una protezione ottimale dalla corrosione e una capacità di reazione molto rapida al segnale dei sensori installati nei sistemi frenanti più recenti.