ZF Aftermarket nel mondo -

il vostro partner, dovunque vi troviate

Voi siete qui:

Voi siete qui:

worldmap


Italia

Italia

Sostituzione dei bracci di comando
Come funziona

Braccio di comando difettoso

I bracci di comando rappresentano una parte della sospensione e, montati a coppie sull’asse anteriore e posteriore, collegano l’autotelaio alle ruote. Pertanto, essi influiscono significativamente sulle caratteristiche di guida del veicolo.

Uno stile di guida dinamico o confortevole? I bracci di comando vengono regolati al veicolo individualmente, a seconda delle caratteristiche desiderate. Inoltre, essi assorbono i movimenti e le forze laterali che si generano durante la partenza e la frenata.

I bracci di comando rappresentano una parte della sospensione e, montati a coppie sull’asse anteriore e posteriore, collegano l’autotelaio alle ruote. Pertanto, essi influiscono significativamente sulle caratteristiche di guida del veicolo.

Uno stile di guida dinamico o confortevole? I bracci di comando vengono regolati al veicolo individualmente, a seconda delle caratteristiche desiderate. Inoltre, essi assorbono i movimenti e le forze laterali che si generano durante la partenza e la frenata.

Sintomi

Un difetto del braccio di comando può manifestarsi nei modi seguenti:

  • sviluppo di rumore (cigolio, scricchiolio, strepitio)
  • peggioramento del comportamento di guida
  • sterzata sempre più vaga e imprecisa
  • usura irregolare degli pneumatici

Consiglio: se il braccio di comando funziona correttamente, è possibile sostituire soltanto i cuscinetti e i giunti difettosi. La sostituzione di cuscinetti, boccole del braccio di comando e giunti a sfera può tuttavia essere molto complessa e costosa.

La sostituzione dell’intero braccio è in genere più sicura e spesso anche meno costosa.

Difetti del braccio di comando
Braccio di comando difettoso

Sintomi

Un difetto del braccio di comando può manifestarsi nei modi seguenti:

  • sviluppo di rumore (cigolio, scricchiolio, strepitio)
  • peggioramento del comportamento di guida
  • sterzata sempre più vaga e imprecisa
  • usura irregolare degli pneumatici

Consiglio: se il braccio di comando funziona correttamente, è possibile sostituire soltanto i cuscinetti e i giunti difettosi. La sostituzione di cuscinetti, boccole del braccio di comando e giunti a sfera può tuttavia essere molto complessa e costosa.

La sostituzione dell’intero braccio è in genere più sicura e spesso anche meno costosa.

Difetti del braccio di comando
Braccio di comando difettoso

Passo dopo passo: sostituzione di un braccio di comando

Le operazioni precise vengono stabilite dal costruttore del veicolo. In generale, però, si procede alla sostituzione di un braccio di comando in questo modo:

Le operazioni precise vengono stabilite dal costruttore del veicolo. In generale, però, si procede alla sostituzione di un braccio di comando in questo modo:

  • Fasi 1 – 3: sollevamento del veicolo, preparazione

    1. Come prima cosa, sollevare il veicolo utilizzando un cric, idealmente un ponte di sollevamento a quattro colonne con ruota libera. Ciò semplifica il serraggio corretto delle viti di fissaggio del braccio di comando.

    AVVERTENZA: a seconda della struttura dell’assale, il braccio di comando può dover essere messo in sicurezza per evitarne la caduta, servendosi di un dispositivo idoneo, ad es. un sollevatore per trasmissioni.

    2. Trattare le viti di fissaggio e i dadi del braccio di comando con un solvente antiruggine e lasciarlo in posa per alcuni minuti in modo tale che l’allentamento risulti più facile.

    3. Su veicoli con regolazione automatica degli anabbaglianti, può essere necessario staccare il sensore di regolazione dal braccio di comando.

    Consiglio utile

    1. Come prima cosa, sollevare il veicolo utilizzando un cric, idealmente un ponte di sollevamento a quattro colonne con ruota libera. Ciò semplifica il serraggio corretto delle viti di fissaggio del braccio di comando.

    AVVERTENZA: a seconda della struttura dell’assale, il braccio di comando può dover essere messo in sicurezza per evitarne la caduta, servendosi di un dispositivo idoneo, ad es. un sollevatore per trasmissioni.

    2. Trattare le viti di fissaggio e i dadi del braccio di comando con un solvente antiruggine e lasciarlo in posa per alcuni minuti in modo tale che l’allentamento risulti più facile.

    3. Su veicoli con regolazione automatica degli anabbaglianti, può essere necessario staccare il sensore di regolazione dal braccio di comando.

    Consiglio utile
  • Fase 4: allentamento delle viti di fissaggio dello stabilizzatore, se necessario

    4. Se lo stabilizzatore è connesso al braccio di comando, la prossima operazione consiste nell’allentare e rimuovere le corrispondenti viti di fissaggio dello stabilizzatore.

    viti di fissaggio dello stabilizzatore

    4. Se lo stabilizzatore è connesso al braccio di comando, la prossima operazione consiste nell’allentare e rimuovere le corrispondenti viti di fissaggio dello stabilizzatore.

    viti di fissaggio dello stabilizzatore
  • Fasi 5 – 7: rimozione del precedente braccio di comando

    5. Allentare e rimuovere le viti di fissaggio del braccio di comando.

    6. Allentare il giunto sferico sul fuso a snodo con un utensile speciale idoneo (ad es. estrattore).

    7. Rimuovere il precedente braccio di comando.

    5. Allentare e rimuovere le viti di fissaggio del braccio di comando.

    6. Allentare il giunto sferico sul fuso a snodo con un utensile speciale idoneo (ad es. estrattore).

    7. Rimuovere il precedente braccio di comando.

  • Fasi 8 – 11: installazione del nuovo braccio di comando

    8. Pulire la flangia di montaggio del perno sferico sul fuso a snodo con carta abrasiva e quindi con detergente per freni. In caso contrario, singole particelle di ruggine potrebbero penetrare nel nuovo giunto del braccio di comando attraverso il perno, potenzialmente comportando un guasto prematuro del giunto.

    Pulizia del fuso a snodo

    8. Pulire la flangia di montaggio del perno sferico sul fuso a snodo con carta abrasiva e quindi con detergente per freni. In caso contrario, singole particelle di ruggine potrebbero penetrare nel nuovo giunto del braccio di comando attraverso il perno, potenzialmente comportando un guasto prematuro del giunto.

    Pulizia del fuso a snodo

    9. Montare il nuovo braccio di comando con gli accessori forniti e applicare nuove viti di fissaggio e nuovi dadi.

    Nuove viti applicate

    9. Montare il nuovo braccio di comando con gli accessori forniti e applicare nuove viti di fissaggio e nuovi dadi.

    Nuove viti applicate

    10. Riattaccare lo stabilizzatore e, se applicabile, il sensore di regolazione per anabbaglianti al braccio di comando.

    NOTA: in questa fase, evitare di serrare le viti di fissaggio e i dadi; altrimenti i supporti in gomma si torceranno alla compressione delle sospensioni. Ciò comporterà un precaricamento indesiderato dei supporti.

    Supporto in gomma non fissato

    10. Riattaccare lo stabilizzatore e, se applicabile, il sensore di regolazione per anabbaglianti al braccio di comando.

    NOTA: in questa fase, evitare di serrare le viti di fissaggio e i dadi; altrimenti i supporti in gomma si torceranno alla compressione delle sospensioni. Ciò comporterà un precaricamento indesiderato dei supporti.

    Supporto in gomma non fissato

    11. A questo punto, abbassare il veicolo finché le sospensioni non sono compresse. Questo è il momento in cui disporre di un ponte di sollevamento a quattro colonne con ruota libera è vantaggioso, dal momento che si può accedere facilmente al sottoscocca del veicolo, una volta abbassato.

    Applicazione di viti e dadi

    11. A questo punto, abbassare il veicolo finché le sospensioni non sono compresse. Questo è il momento in cui disporre di un ponte di sollevamento a quattro colonne con ruota libera è vantaggioso, dal momento che si può accedere facilmente al sottoscocca del veicolo, una volta abbassato.

    Applicazione di viti e dadi
  • Fase 12, 13: abbassamento del veicolo

    12. Serrare le viti di fissaggio con la coppia stabilita dal costruttore del veicolo.

    13. Abbassare completamente il veicolo.

    12. Serrare le viti di fissaggio con la coppia stabilita dal costruttore del veicolo.

    13. Abbassare completamente il veicolo.

  • Fase 14: regolazione della sospensione

    14. Misurare la sospensione e regolare, se necessario.

    Misurazione della sospensione

    14. Misurare la sospensione e regolare, se necessario.

    Misurazione della sospensione
  • Fase 15, 16: controllo

    15. Nei veicoli con regolazione automatica dei fari anabbaglianti, nel punto in cui il sensore di regolazione è applicato al braccio di comando, controllare e, se necessario, regolare le impostazioni dei fari anabbaglianti.

    16. Per concludere, effettuare un test drive sul veicolo.

    15. Nei veicoli con regolazione automatica dei fari anabbaglianti, nel punto in cui il sensore di regolazione è applicato al braccio di comando, controllare e, se necessario, regolare le impostazioni dei fari anabbaglianti.

    16. Per concludere, effettuare un test drive sul veicolo.

Further Information